Castagnaccio italo-californiano con noci pecan, cranberry e prugne

Castagnaccio italo-californiano con noci pecan, cranberry e prugne

La California non è mai stata uno di quei posti che sognavo di visitare.

La prima volta che Zoltar mi ha proposto un viaggio laggiù sono partita pensando che mi sarebbe realmente interessata solo San Francisco – perché solleticava il mio voyeurismo geek. Non potevo nemmeno contare sul fascino dell’immaginario hollywoodiano, considerato che al cinema mi sono sempre nutrita di polpettoni lenti, rarefatti, difficilmente digeribili, solitamente sfortunati, possibilmente orientali. 

Ma siccome le previsioni sono fatte apposta per essere smentite, quest’autunno finiremo in California per il sesto anno di fila.

Non sono ancora riuscita a capire fino in fondo il fascino di questi luoghi che mi irretiscono come il canto delle sirene. Senza dubbio la California è un bel posto ma ogni tanto non sarebbe forse il caso di cambiare meta per le ferie?

Ci abbiamo provato ma non c’è niente da fare: in caso di proposte alternative da parte del mio valoroso consorte, punto i piedi come un mulo, divento cieca e sorda e muta. Peggio delle tre scimmie, peggio dell’orsa in letargo, peggio di un muro di gomma ricoperto di ovatta. Zoltar mi parla di terre inesplorate, io lo fisso con il dinamismo di un gatto di marmo. CA-LI-FOR-NIA. 

Perlomeno, nel tempo siamo riusciti ad arrivare a un decoroso compromesso: ogni anno si torna lì ma si va anche da qualche altra parte. Oramai è un classico: rimbalziamo tra una costa e l’altra a suon di voli interni e migliaia di chilometri macinati in macchina. Da New York a Los Angeles, da San Francisco a Chicago, dai paesaggi sconfinati dello Utah alle scogliere del Big Sur. Quest’anno ci aspettano anche la Florida e New Orleans, prima di tornare tra le palme dell’east coast.

Sono un’abitudinaria? Forse sì, ma se per abitudine intendiamo la gioia di sentirsi a casa anche dall’altra parte del mondo, sono felice di esserlo.

In attesa di spiaggiarmi ancora una volta a bordo oceano, tra gli skaters di Venice Beach, mi (e ti) dedico il primo castagnaccio della stagione in arrivo.

Cosa c’entra il castagnaccio con la California? C’entra perché quando l’ho preparato per la prima volta e ho scattato questa foto, ero appena rientrata dal viaggio di due anni fa e avevo portato con me tutto quello che sicuramente mi sarebbe mancato di più: noci pecan, pumpkin pie spice, cranberry essiccati e latte di mandorla (sì, perfino quello perché allora in Italia si trovava ancora con difficoltà). Quale migliore occasione per meticciare un classico di casa nostra con i profumi delle vacanze?

Il risultato è una bomba, fidati di me.

Ed è ancora meglio se accompagnato da una tazza di tè verde, alla menta rinfrescante o allo zenzero corroborante.

Castagnaccio italo-californiano con noci pecan e cranberry

18/09/2017

By:

Ingredients
  • 300 g di farina di castagne
  • 50 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di pumpkin pie spice (oppure mix di cannella, zenzero, noce moscata)
  • 4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
  • 250 ml di latte di mandorla non dolcificato
  • acqua q.b.
  • 1 piccola manciata di cranberry essiccati
  • 1 manciata di prugne secche della California
  • 1 manciata di noci pecan
  • 1 manciata di pinoli
  • 1 rametto di rosmarino (solo gli aghi)
Directions
  • Step 1 Scalda il forno a 200° in modalità statica.
  • Step 2 Mescola la farina di castagne con lo zucchero e le spezie.
  • Step 3 Versa poco alla volta il latte di mandorla e 2 cucchiai d’olio, continuando a mescolare.
  • Step 4 Diluisci con acqua quanto basta a ottenere un composto fluido.
  • Step 5 Unisci i cranberry e le prugne tagliate a pezzetti.
  • Step 6 Versa in uno stampo da crostata unto con poco olio.
  • Step 7 Completa con le noci pecan, i pinoli (in alternativa puoi mescolarli all’impasto), il rosmarino e il resto dell’olio.
  • Step 8 Cuoci in forno per circa 25-30 minuti, finché la superficie del castagnaccio inizierà a creparsi e seccarsi leggermente.
  • Step 9 Fai raffreddare il castagnaccio prima di toglierlo dallo stampo e cospargi la superficie con zucchero semolato.

 

 

(Dinosauro non incluso)


Related Posts

The Election Day salad: insalata con pecorino e frutta secca

The Election Day salad: insalata con pecorino e frutta secca

Io e zoltar siamo appena tornati dalla California. Nonostante mancassero due settimane alle elezioni, per strada non si respirava aria di cospirazione e neanche di grande interesse per l’argomento: insomma, clima pre elettorale zero. Ci son rimasta un po’ male, mi aspettavo grandi scenette folcloristiche… […]

insalata capra allegra: formaggio, uva e noci caramellate

Certi matrimoni, apparentemente arditi, possono rivelarsi sorprendenti: per esempio, l’anno scorso in California ho scoperto che le noci caramellate si sposano felicemente con le verdure crude. Related



lascia un commento